read online Best New York è una finestra senza tendeAuthor Paolo Cognetti – Bilb-weil.de

Bel regalo per una persona che ha intenzione di andare a New York per un giro ma non vuole l asetticit di una guida A met tra un libro di aneddoti e un romanzo Lessico semplice e scorrevole Consiglio N.b Non sostituisce certamente una guida, ma ricca di suggerimenti e spunti P.s La copertina un trip Bellissima Ho divorato questo libro Mi piaciuto molto lo spirito con cui l autore parla di New York, racconta la storia di questa citt che attrae ma di cui raramente si cercano le origini Una visione della citt da una angolatura diversa Invoglia ad una partenza immediata per scoprirla davvero Acquistato per caso come Offerta lampo Kindle, letto tutto d un fiato e s che un altro libro di Cognetti, acquistato sull onda dello Strega, non mi era piaciuto affatto.Sentito, trascinante, pieno di vita, getta una luce inconsueta sulla citt e sull autore e ti fa venir voglia di conoscere meglio entrambi. Premeti che adoro Cognetti e la sua scrittura schietta Ho comprato questo libro perch a breve far un viaggio a New York quindi cercando guide sulla grande mela sono incappata in questo libro.Naturalmente non una guida ma i capitoli sono suddivisi per quartieri e l ho quindi trovata molto utile come spunto per dei percorsi meno turistici di quelli che propinano le guide, ma di certo affascinanti.La scrittura fluida e il carattere facile te leggibile quindi mi sento di consigliare questo libro a chiunque voglia immaginare un tour culturale a New York anche rimanendo in poltrona Ho pensato di poter prendere tutte le storie mai raccontate tutte le trame inventate da un essere umano, tutti i personaggi e i luoghi e di metterle insieme per formare un mondo, e ho pensato che se quel mondo avesse avuto una capitale, ecco, io cero finito in mezzo Mi trovavo nella capitale dellimmaginazioneLa prima guglia sparata in cielo, il primo marciapiede gremito, il colore della pelle del primo incontro Il primo odore inatteso, che per qualcuno di oceano, o di carne arrostita, o di zucchero a velo, o di ruggine e foglie marce, anche se quello che sta marcendo legno, cemento, ferro, mattoni, perch lintera citt sembra attaccata dalla ruggine e dalla muffa Sono inaspettati anche i colori Non il bagliore freddo del vetro e dellacciaio, ma le tonalit pastello del rosso, dellarancio, del marrone La sorpresa di sbarcare nel Nuovo Mondo e scoprire una citt vecchia non come sono vecchie quelle europee, che sono vecchie come monumenti, ma vecchia come una fabbrica abbandonata, o una casa di famiglia, o gli edifici ferroviari che si vedono appena fuori dalle stazioni, o i luna park in disusoQuesto libro frutto di diversi viaggi a New York Il risultato una mappa ottenuta per accumulazione di appunti piena di buchi, libri che non ho letto, posti che non ho visitato Del resto, se scrivere una guida sulla citt pi raccontata al mondo ha un senso, lunico senso possibile che sia incompleta, particolare e mia Ho conosciuto Cognetti come tanti credo con le otto montagne.Ho scoperto una bellissima penna.Leggendo il libro vi sentirete dentro New York e la sua vita Pur essendo tutt altro che una guida, ovviamente, vi porter a conoscere zone e quartieri ben lontane dai noti percorsi turistici.Molto bello, vivamente raccomandato. Racconto molto debole senza particolari curiosi Lento lo sviluppo del libro che non ti incuriosisce Conoscendo bene New York non ho imparato nulla di nuovo. Ho letto questo libro molto volentieri leggero e scorrevole Racconta vicende e aneddoti su New York molto interessanti Mi venuta voglia di tornarci